Imprese familiari: quali sfide tra innovazione e tradizione

Imprese familiari: quali sfide tra innovazione e tradizione

di Federico Costa

Le aziende a conduzione familiare si trovano oggi di fronte a nuove ed importanti sfide, all’insegna della ricerca di innovazione e di continuità con la tradizione.

Le imprese familiari rappresentano una realtà particolarmente rilevante nel tessuto economico nazionale ed europeo. Parliamo di aziende con dimensioni estremamente differenti, da piccole attività a grandi realtà con migliaia di dipendenti, e con caratteristiche specifiche, ma tutte accomunate dal profondo legame che unisce l’azienda alla relativa famiglia fondatrice.

Nel contesto odierno, fatto di incertezza e cambiamento, queste imprese si trovano ad affrontare importanti sfide in ambiti diversi. Le aziende familiari sono infatti chiamate a dimostrare di essere in grado di innovare pur rimanendo legate ai valori della propria tradizione e al proprio modello di business.

Ripercorrendo un’analisi di KPMG, possiamo individuare quattro principali sfide per le aziende a trazione familiare:

  1. Creare valore condiviso tra azienda e famiglia
  2. Adottare nuovi modelli di governance per la convivenza tra le diverse generazioni
  3. Valorizzare persone e rapporti umani
  4. Favorire il passaggio generazionale

Creare valore condiviso tra azienda e famiglia

In un’impresa familiare è spesso particolarmente sentito il legame tra la famiglia e la propria azienda. Diventa così fondamentale definire e consolidare quel sistema di valori che caratterizza la singola impresa familiare e che rappresenta un caposaldo per competere efficacemente in un mercato in continua trasformazione.
La condivisione di esperienze e valori con le nuove generazioni assume dunque un ruolo chiave per sviluppare un business duraturo e sostenibile nel tempo. 

Adottare nuovi modelli di governance per la convivenza tra le diverse generazioni

Creare, sviluppare e adottare nuovi ed efficaci meccanismi di governance può contribuire a migliorare le performance dell’impresa e a soddisfare tutte le aspettative dei membri della famiglia. 

Se infatti dare vita ad un’impresa a conduzione familiare può risultare relativamente semplice, creare un business che nel lungo periodo riesca a garantire solidità e sostenibilità e che possa essere trasmesso alle nuove generazioni, appare molto più complesso. 

Oggi sono numerose le aziende che si stanno impegnando nel portare avanti nuovi modelli di governance che semplificano proprio la convivenza tra vecchie e nuove generazioni, definendo ruoli e responsabilità e implementando un codice di condotta per tutti i membri della famiglia. Fondamentale è la condivisione generale degli obiettivi aziendali, ma anche di tutte le criticità e trasformazioni interne ed esterne all’azienda. 

Valorizzare persone e rapporti umani

Nelle imprese di famiglia le persone rappresentano il centro e il nodo principale del modello di business. 

Con l’espansione delle attività e la crescita del fatturato, le aziende sono spinte alla ricerca di nuove competenze al di fuori del cerchio familiare. Diventa così centrale la capacità di comunicare in modo efficace i propri valori e la propria cultura, predisponendo pacchetti interessanti in termini di incentivi, benefit e di retribuzione per risultare maggiormente competitivi sul mercato delle risorse umane. 

Infine è necessario non trascurare la gestione del rapporto tra figure interne ed esterne alla famiglia, accompagnata da una definizione chiara di ruoli e responsabilità.

Favorire il passaggio generazionale

Il passaggio tra una generazione e quella successiva rappresenta un momento chiave nello sviluppo di un’impresa di famiglia.

Nelle operazioni di transition management possono infatti verificarsi attriti e incomprensioni che possono rendere più difficile il passaggio di consegne e compromettere le prospettive aziendali. 

Una transizione generazionale gestita con gradualità e i giusti tempi è funzionale per la nuova generazione poiché permette di collaborare con la generazione precedente e assorbire gradualmente l’esperienza e i valori del passato.

Il ruolo della pianificazione è dunque fondamentale per garantire la continuità del business e per introdurre il cambiamento con i tempi necessari.

Il nostro punto di vista

Nell’impresa familiare la famiglia, la proprietà e il management sono intimamente connessi” –  afferma Domenico Costa, presidente di TIM Management.

In merito agli strumenti e alle azioni che possono risultare fondamentali nel in questa fase di grande cambiamento e rilancio, ha poi precisato:  “Ci sono  alcuni strumenti che aiutano l’azienda ad aprirsi con decisione all’esterno, in particolare  la decisione di dotare l’organizzazione di una squadra di management in grado di gestire con successo la transizione, grazie a  manager esperti, inseriti a tempo indeterminato o, preferibilmente,  come interim manager, per seguire i progetti necessari a  gestire il cambiamento e , per formare i successori, dotandoli delle competenze necessarie ad assumere il ruolo di leadership per il futuro”.

Ha poi concluso affermando che: “in questa fase saranno da prendere in considerazione le società di corporate advisory specializzate in M&A, che possono fornire  assistenza specializzata nella valutazione dell’azienda e nella ricerca di eventuali acquirenti o società da acquisire. Deve essere infine previsto il rinforzo delle consulenze di  management, iniziando dagli studi legali che sono indispensabili per stilare  i patti di famiglia e  normare il percorso di  successione”.

In conclusione, l’imprenditore è oggi chiamato a svincolarsi da una logica di business di breve periodo che non è sufficiente a garantire la continuità aziendale e soddisfare le esigenze del futuro. L’imprenditore deve essere capace di guardare alla gestione aziendale con visione prospettica, scegliendo nuovi leader per la sua azienda, in famiglia e/o fuori, intraprendendo operazioni precedentemente non prioritarie come la riorganizzazione della struttura manageriale. 

Il tutto secondo un approccio che abbia come obiettivo quello di mitigare i rischi e le criticità, anche attraverso anche l’eventuale supporto di professionisti specializzati.

TIM Management è in grado di supportare l’imprenditore e i suoi advisor nelle fasi più delicate di cambiamento aziendale, con partner di alto profilo, che hanno maturato una profonda esperienza nella gestione dei passaggi generazionali e delle crisi connesse.

Contattaci per un approfondimento

Condividi:

Altri contenuti

WIL Group Global Survey 2017-18
di admin

Executive interim management sector records strong growth over the past 12 months, with growing optimism for the year...

Continua a leggere

Finanza sostenibile

Nasce SMS – Scuola per Manager Sostenibili
di Fabrizio Favini

Ne parliamo con il fondatore Fabrizio Favini La sostenibilità è un tema epocale, perché ha a che fare con il...

Continua a leggere

Non categorizzato

Il community design e la scelta del ‘purpose’: come cambia l’organizzazione aziendale
di Federico Costa

Il community design si propone come modello alternativo alla tradizionale organizzazione aziendale alla quale siamo...

Continua a leggere

Parla con un Partner di TIM Management

Per qualsiasi esigenza i nostri consulenti sono a vostra disposizione per trovare insieme
la soluzione più adeguata per la vostra azienda.