Il nostro team

Reti d’impresa in crescita: per le PMI sono uno strumento efficace per affrontare la crisi

di Domenico Costa

Affrontare l’emergenza Covid ha stimolato le PMI nella ricerca di nuove opportunità per migliorare la loro competitività e superare la crisi con successo; ad esempio, le reti d’impresa si sono rivelate uno strumento molto efficace e sono sempre più utilizzate dalle PMI italiane.

I dati provenienti dall’Osservatorio Nazionale sulle Reti d’Impresa mostrano per l’anno passato un aumento dei contratti di rete del 13,3% e delle imprese in rete del 10%. 

Contratti di rete: cosa sono e chi può avvalersi della strategia

È obiettivo comune sopravvivere alla crisi, alla concorrenza e alle produzioni a basso costo dei paesi esteri. In che modo riuscirci in un contesto sempre più sfidante? Il contratto di rete può essere uno degli strumenti più efficaci in questo contesto, vediamo perché

Possiamo definire il contratto di rete come un’aggregazione di imprese che prevede cooperazione tra loro per perseguire obiettivi comuni; è dunque uno strumento smart che consente alle imprese di condividere le risorse, all’interno di mercati incerti e sempre più complessi, per incrementare la propria competitività.

Le attività legate alle reti d’impresa sono determinate da una normativa che prevede che le parti dispongano di un programma di rete composto da tre tipologie di attività: 

  1. collaborazione tra le parti; 
  2. scambio di informazioni e/o prestazioni; 
  3. esercizio in comune di una o più attività per impresa. 

L’internazionalizzazione, come ormai ampiamente assodato, deve essere considerata un must per tutte le aziende che vogliono rendersi competitive all’interno dei mercati e che vogliono aprire nuove opportunità commerciali.

La creazione di una rete di impresa può rappresentare un’opportunità da cogliere: non è un mondo riservato alle grandi aziende, anzi sono soprattutto le PMI che possono avvantaggiarsi del meccanismo di rete e sfruttarlo al fine di aprire collaborazioni virtuose con altre imprese, inserirsi sui mercati esteri e creare nuovi sbocchi commerciali

Un sistema di successo

Ad oggi, le reti vincenti, vertono su strategie performanti e resistenti e sono accomunate da determinate caratteristiche: 

  • Hanno risorse e competenze complementari e intangibili;
  • Si affacciano ad un mercato di riferimento affine al proprio; 
  • Le tecnologie legate ai dati e all’automazione, sono considerate fondamentali. 

Altri fattori comuni da sempre presenti alle reti d’impresa sono: 

  • la tendenza all’aumento del potere contrattuale dell’impresa associata, 
  • l’abbassamento dei costi di produzione,
  •  la formazione condivisa per il management,
  • e la partecipazione a gare e appalti. 

Per effetto della crisi pandemica Covid-19 sono emerse come vincenti anche le tematiche legate all’innovazione e all’internazionalizzazione. 

I dati a supporto della strategia: report 2022

L’Osservatorio Nazionale sulle Reti d’Impresa ha condotto un’analisi su circa 6.970 reti diffuse sul territorio nazionale: è stata rilevata una prima distinzione tra ‘reti contratto’, che rappresentano circa l’85% del campione, e le ‘reti soggetto’, circa il 14,6% sul totale. 

Al 31 dicembre si contavano 42.232 imprese in rete, +3.849 rispetto al 2020, per un totale di 7.541 contratti di rete, questi ultimi, rispetto al 2020 hanno riscontrato un incremento di 885 nuovi contratti. 

Le imprese più coinvolte riguardano i seguenti settori:  

  • agroalimentare (22%)
  • commercio (14%) 
  • costruzioni (12%)

Nuovo modello di business organizzativo

Possiamo dunque considerarlo un vero e proprio modello organizzativo mirato ad aumentare la produttività in termini di valore aggiunto, al fine di conquistare nuovi mercati e competere in quelli attuali. 

Per le reti di impresa la priorità viene sempre data alla ricerca continua di soluzioni per differenziarsi e rafforzare il proprio modello di business, facendo leva sulla diversità e peculiarità delle competenze che emergono dal processo di aggregazione. 

Ma non sono solo questi i vantaggi, essere parte di una rete consente anche di:

  • realizzare economie di scala,
  • superare i limiti dimensionali delle singole imprese,
  • accedere alla complementarietà di competenze derivanti dalle diversità delle risorse presenti nelle  imprese retiste,
  • riposizionarsi come rete su un segmento di mercato a più alto valore aggiunto grazie a soluzioni integrate.

Le imprese retiste si caratterizzano per essere capaci di ‘coopetition’, ovvero essere in grado di collaborare simultaneamente per ottenere un risultato decisivo: la diversificazione delle competenze. 

Con questo nuovo modello di business innovativo e integrativo le imprese italiane in difficoltà stanno riuscendo con successo ad affrontare e superare la crisi economico-sociale causata dalla pandemia Covid-19.

Le PMI nel nostro paese sono all’avanguardia e stanno compiendo un processo di  evoluzione e trasformazione, ormai ineludibile per riuscire a competere con successo in mercati sempre più sfidanti. 

È un percorso virtuoso ma che può presentarsi difficile per le PMI che non trovano all’interno dell’organizzazione le competenze necessarie ad affrontare il cambiamento e l’internazionalizzazione; in questo caso può essere risolutivo rivolgersi a consulenti esperti che sappiano introdurre nell’organizzazione risorse già formate e in grado di portare rapidamente competenza ed esperienza.  

L’ affidarsi a un Interim Manager esperto può essere la scelta più opportuna per tradurre l’innovazione in risultati concreti, per velocizzare i tempi, ottimizzare i processi e valorizzare il proprio capitale umano; e tutto questo senza dover introdurre nell’organizzazione figure che si rivelerebbero ridondanti, una volta superata la fase di implementazione delle nuove tecnologie o dell’entrata nei nuovi mercati.

 

Parla con un Partner di TIM Management

Per qualsiasi esigenza i nostri consulenti sono a vostra disposizione per trovare insieme la soluzione più adeguata per la vostra azienda.

 

Condividi:

Altri contenuti

Rivoluzione digitale

Le principali sfide per il 2022 in termini di digitalizzazione dei processi
di TIM Management

La pandemia ha definito e velocizzato per necessità l’introduzione del digitale nel lavoro Il digitale si è...

Continua a leggere

Non categorizzato

Perché il tema ESG è davvero importante per tutte le aziende
di TIM Management

Gli investimenti a tema ESG (ovvero quelli che si concentrano sulle priorità ambientali, sociali e di governance) si...

Continua a leggere

Legge Fallimentare - Sistemi di allerta

I Sistemi di Allerta: obbligo od opportunità?
di Alberto Debernardi

“Si stava meglio una volta quando le cose erano più semplici ed a portata di mano”  E’un sunto liberamente...

Continua a leggere

Parla con un Partner di TIM Management

Per qualsiasi esigenza i nostri consulenti sono a vostra disposizione per trovare insieme
la soluzione più adeguata per la vostra azienda.