Come l’Interim Management può fare la differenza in una crisi aziendale

Come l’Interim Management può fare la differenza in una crisi aziendale

di TIM Management

Un’azienda può considerarsi in crisi quando entra in una fase di declino che genera squilibri dal punto di vista reddituale, finanziario e patrimoniale. Qualsiasi impresa può essere soggetta a un periodo più o meno grave di crisi aziendale. L’evento critico può essere causato da eventi di natura sia esogena che endogena a cui bisogna cercare di reagire il prima possibile e con i mezzi adatti al fine di risanare il deficit, superare la crisi e salvare l’impresa.

Ciò che fa la differenza nello scongiurare il palesarsi di una crisi d’impresa è il fattore tempo, per questo è stato istituito il Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza con l’obiettivo di intercettare tempestivamente lo stato di crisi delle aziende e prevenire la chiusura, grazie ad un sistema di segnalazione efficace.

Parlando del fattore tempo, per risolvere lo stato di crisi l’interim management può venire in soccorso, più di ogni altro strumento, per ridurre al minimo i danni di una gestione errata. Per questo motivo la velocità e l’esperienza sono skills essenziali per una società specializzata in gestione temporanea di crisi aziendale, oltre ad un documentato pacchetto di esperienze a comprovarne la validità. 

L’interim management di fatto può essere paragonato ad ogni altro servizio disponibile sul mercato e, come per ogni servizio che possiede un proprio livello qualitativo che lo differenzia dagli altri, così vale anche per le società che hanno come attività principale l’erogazione del servizio di interim management. Questo per dire che due agenzie diverse offriranno soluzioni diverse dal momento che velocità, qualità del tipo di analisi e scelte fanno la differenza nella gestione di una crisi aziendale. 

 

Ma come si riesce a percepire il livello di qualità offerto da una società di IM? È desumibile da fattori come: l’esperienza dei casi già affrontati, la stabilità, la capacità e i valori del team di IM.

La gestione di una crisi d’impresa da parte dell’Interim Manager può essere articolata in quattro fasi:

  • Pre-analisi: la prima fase riguarda l’analisi dello stato di crisi, si cerca di individuare eventuali limiti, mancanze, o vulnerabilità che possano rappresentare un rischio per l’integrità del business. 
  • Diagnosi: sulla base dello studio e del monitoraggio messi in atto si procede all’elaborazione di un piano di gestione di crisi e allo studio degli svariati scenari di crisi che possono presentarsi.
  • Creazione team manageriale: si determina il team più idoneo a seguire il processo di risanamento, si individuano gli obiettivi e le condizioni perché avvenga, in particolare si pone attenzione a risorse finanziarie, governance e le conseguenti deleghe operative   
  • L’ultima fase riguarda tutte le azioni volte a mettere in atto il piano di ristrutturazione, a minimizzare e a riparare eventuali danni provocati all’azienda e a tutti i soggetti coinvolti. Il team manageriale prende in mano la  gestione dell’azienda per raggiungere gli obiettivi nei tempi prestabiliti, solitamente questa fase dura un anno o più. Ovviamente è fondamentale in questa fase il contatto tra la Proprietà o chi la rappresenta e il  team di interim management, in modo che l’intervento proceda in modo efficace, trasparente e controllato. 

Spesso per risanare l’impresa e ristrutturare il debito è necessario procedere con un piano di turnaround; ovviamente ogni crisi d’impresa è diversa e varia a seconda dello scenario che si presenta, ma ci sono comunque un insieme di azioni gestionali comuni, volte ad evitare il declino. In contesti di crisi, i l team manageriale e le sue caratteristiche sono fondamentali per la riuscita dell’operazione:

  • è indispensabile individuare gli indicatori e i KPI, sia economici che finanziari; 
  • serve esperienza nella gestione delle risorse umane nei momenti di crisi, il management team deve essere in grado di occuparsi sia della necessaria ottimizzazione delle risorse umane che della motivazione delle risorse chiave;
  • è importante una profonda conoscenza dei processi produttivi, logistici e delle dinamiche commerciali dell’azienda e del settore;
  • e infine serve conoscere le caratteristiche distintive dei prodotti o dei servizi offerti dall’azienda. 

Il timing è tutto nella gestione della crisi d’impresa, individuare i sintomi di una crisi e accorgersi in tempo dei segnali di rischio non è un’impresa facile senza i giusti strumenti. Per questo motivo è necessario effettuare un corretto audit aziendale, per garantire che i processi di gestione funzionino in maniera efficace, sia a livello di governance che per la gestione dei rischi. È lo strumento principale per il miglioramento dell’azienda, ed esistono differenti tipologie di audit che un’azienda può compiere.

Sta all’imprenditore capire i segnali che evidenziano un cattivo stato di salute dell’azienda che guida. La stagnazione o la caduta del fatturato, le tensioni finanziarie e la necessità di ridurre i costi e di migliorare l’efficienza produttiva, richiedono piani da attuare senza indugio e con grande impegno di risorse, altrimenti le criticità aumentano col passare del tempo, fino a portare l’azienda in una situazione di crisi grave e talvolta irreversibile.

 

In conclusione, in una situazione di crisi l’intervento di una società di interim management può rappresentare davvero l’unica salvezza per l’azienda, poiché offre velocemente la disponibilità di manager con le giuste competenze ed esperienze per poter intervenire ed essere operativi in poco tempo e con un livello di efficacia elevata.

Condividi:

Altri contenuti

Finanza sostenibile

Nasce SMS – Scuola per Manager Sostenibili
di Fabrizio Favini

Ne parliamo con il fondatore Fabrizio Favini La sostenibilità è un tema epocale, perché ha a che fare con il...

Continua a leggere

Non categorizzato

La stretta relazione tra capitale umano e crescita economica
di Domenico Costa

L’Italia già in fase pre-pandemica stava attraversando una fase di bassa crescita economica e bassa produttività,...

Continua a leggere

Executive Search

Come valutare le competenze manageriali e trovare un manager esperto
di Domenico Costa

Quali sono le competenze che un manager deve necessariamente avere Sono diverse le skills e le competenze necessarie...

Continua a leggere

Parla con un Partner di TIM Management

Per qualsiasi esigenza i nostri consulenti sono a vostra disposizione per trovare insieme
la soluzione più adeguata per la vostra azienda.